• nene823

L’operatore di Luce interviene, pulisce, da sollievo, aiuta la riconnessione


La “protezione” parte sicuramente da una giusta integrazione del nostro campo energetico, per poi aprirci agli “strumenti di protezione” che ci permetteranno di diventare più attivi e consapevoli delle interazioni con gli altri Mondi.

L’operatore di Luce interviene, pulisce, da sollievo, aiuta la riconnessione, ma lo fa aiutando le persone ad imparare a prendersi cura di loro stesse.

Quindi, a chi mi viene in preda al loop “sono scarico, mi vampirizzano, non so cosa fare”, io insegno a:

  • centrarsi

  • meditare

  • pregare

  • diventare consapevole della propria energia

e poi a iniziare a guardare ciò che sta intorno.

Beninteso che, in qualità di Trainer Supervisor dei Corpi Sottili riconosciuto, chiunque voglia lavorare professionalmente sui Corpi Sottili, deve fare un’adeguata formazione . . . i seminari forniscono conoscenza e consapevolezza, ma non sono sufficienti per diventare operatori. Detto questo, personalmente, ritengo che più divulgazione e didattica si fa, meglio è: per esempio, il Reiki andrebbe dato già ai bambini e alle medie, sicuramente, corsi di Reiki integrati nel programma di studio.


Tarika Di Maggio

4 visualizzazioni0 commenti