• nene823

Non è materia che la mente possa esplorare: ci vuole uno sforzo di visione



Se fate attenzione a ciò che vi da fastidio nelle altre persone, vi renderete conto che appartiene alla percezione, da parte vostra, di un campo energetico tossico ed intossicante, e l’aspetto fisico è l’ultimo aspetto di questa condizione di ristagno generale . . . A tutto questo, cioè all’analisi delle persone, oggi aggiungo che esistono anche gli “spazi/ambienti”: quando parlo di “spazio” intendo sia lo “spazio fisico”.

Ma faccio anche riferimento a quegli “spazi/mondi” che corrispondono ai nostri Corpi Sottili, che vengono chiamati “regni o dimensioni”: la dimensione fisica, la dimensione eterica, quella astrale, quella causale. C’è chi equipara i 7 corpi ai 7 regni . . . per me, se si arriva a capirne 4 è già un miracolo!

Sia gli orientali, che gli antroposofi, le veggenti le varie Blavatsky, ecc. hanno spesso descritto la Terra, ma anche altri “interregni” che vibrano qui. Uno di quegli “interregni” di cui parlo spesso è la Dimensione Astrale. Ogni qualvolta io parlo di energie faccio medianità, parlo del mondo Astrale . . . vi parlerò molto del Mondo Astrale . . . perché è lì che accadono molte delle cose interessanti energeticamente. Immaginatevi che, mentre abbiamo i nostri campi energetici, le nostre Auree, delle

quali il corpo è la manifestazione vibrazionale fisica più concreta, così, nello stesso tempo, siamo immersi in una comunicazione che avviene su più piani, in più mondi, in più interregni.

Capite cosa intendo dire quando affermo che la mente, qui, non vi può condurre? Non è materia che la mente possa esplorare: ci vuole uno sforzo di visione, di comprensione. La mente a malapena capisce il livello fisico, come si può pensare che comprenda il fatto che, tutti noi, vibriamo contemporaneamente in tutti i nostri corpi ed interagiamo su altre dimensioni?

Tarika Di Maggio



4 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti