Tarika Di Maggio, offre spontaneamente per AMA, la canalizzazione di particolari spiriti, le Guide, che abbiano un messaggio di valore utile per la collettività e per la stessa vita sociale di AMA.

Qui la quarta e ultima parte della canalizzazione di UNO DEI CINQUANTA (febbraio 2019)

 

DOMANDA DI UN PARTECIPANTE - Torno a chiederti… Hai detto che siete una 50ina forse. La mia domanda è se potete tornare a trovarci, se potete quando facciamo magari questi incontri, oppure anche individualmente con delle intuizioni, con degli spazi di vicinanza, di guida.

RISPOSTA DELLA GUIDA - Sarà un onore se volete ancora accoglierci. Dico ancora non perché sento un rifiuto, ma perché questo è ciò che noi portiamo. Sarà il vostro desiderio a chiamarci nuovamente qui. Personalmente, non so se riuscirò.

Non perché non voglia, ma perché, è come se: pensate alle vostre vite, le vostre vite sono intrecciate con molte persone, dall’inizio alla fine della vostra vita. E anche questo stesso momento, che voi lo vediate o no, ci sono dei fili che vi collegano alle vostre persone care, o anche non care. Per noi Guide ci sono migliaia di fili interconnessi ad ognuno di noi, oltre lo spazio e il tempo, e noi siamo anche uniti a voi. Ma cè bisogno di esse invitati, questo sempre.

 

 

DOMANDA DI UN PARTECIPANTE - Mi ha colpito che prima hai detto ideali e non convinzioni da cambiare. Vorrei sapere se ci puoi spiegare meglio questo discorso basso.

GUIDA - Non ricordo precisamente le mie parole. Cosa ti è arrivato a te?

PARTECIPANTE - Come un…non soltanto il modo di cambiare pensiero elementare, ma anche forse di cambiare cose che pensavamo giuste.

RISPOSTA DELLA GUIDA - Le parole, se le sento come le senti te, mi diventano molto limitanti, ma il concetto è quello che stai dicendo: è come se….voi sapete che c’è qualcosa che la mente può sviluppare per diventare più onnicomprensiva, e sapete che l’ideale si unisce a uno slancio del cuore. Ma lo slancio del cuore, senza la possibilità dell’ampia visione della mente, non è in grado di risuonare nella giusta maniera e voi sapete che le convinzioni sono anche quelle restrizioni e quegli abiti che possono servire in alcune occasioni, ma che non sono il vero potenziale della sfera di cristallo che risiede all’interno della vostra testa.

PARTECIPANTE - Grazie

 

DOMANDA DI UNA PARTECIPANTE  - Grazie di essere qua con noi. Mi ha colpita molto il discorso che hai fatto a proposito del nostro genere che si sente sempre solo. E’ un problema secondo me che ritrovo spesso in quelli che ho vicino. Oltre a portargli i messaggi d’amore che ci dite voi, cos’altro possiamo fare per riuscire a ricordare alle persone che siamo, come dicevi, tutti collegati?

RISPOSTA DELLA GUIDA - Più che riportare i messaggi che diamo noi, che c’è poco da riportare, diventare una manifestazione vivente di ciò che voi sentite attraverso quello che sperimentate nell’essere in connessione con noi.

PARTECIPANTE - Grazie

 

DOMANDA DI UNA PARTECIPANTE  - Vorrei chiederti come mai l’umanità dimentica spesso questa parte più spirituale, poi magari se ne ricorda quando è al limite, e poi ci ricasca di nuovo? Come mai questo effetto elastico?

RISPOSTA DELLA GUIDA - E’ la grande trappola della materia. Le religioni l’hanno spiegato in tanti modi, hanno parlato di demoniaco, di arimanico, di materia… è la grande trappola del piano materiale, qui la frequenza è pesante come il piombo. Ecco perché è importante capire che non è lo specchio, la Realtà. Finché pensate che lo specchio è la realtà, continuate a lasciare il reale nascosto. E’ questo importante: non è un elastico, non è un’energia che entra e che esce, è quelle frequenze di cui si parlava.

PARTECIPANTE - Grazie

Siete dotati costantemente, ognuno di voi, di scintille di atomi permanenti che vi connettono alla vostra materia divina.

Ognuno di voi.

E la scintilla divina è la vostra vera natura, non è qualcosa fuori di voi.

 

DOMANDA DI UN PARTECIPANTE  - Come la sperimentiamo la scintilla divina, come la percepiamo per poterla poi riportare e tenere dentro di noi?

GUIDA - Non ti è bastato tutto quello che hai avuto?

PARTECIPANTE - Forse non lo capisco, allora

RISPOSTA DELLA GUIDA - Forse non vuoi dargli valore, perché i tuoi occhi continuano a guardare ciò che per te ha più valore. Cambia lo sguardo. Se guardi in terra vedrai la terra, se guardi in cielo vedrai il cielo.

PARTECIPANTE - Grazie

 

GUIDA - C’è altro che possiamo scambiare oggi?

Mi volete salutare?

PARTECIPANTE - Grazie di essere venuto qui, grazie. Grazie.

- Grazie

 

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

QUARTA PARTE

 

Tarika Di Maggio è medium, ricercatrice metafisica e fondatrice di A.M.A. Accademia di Metafisica Applicata, e per essa è docente senior. E' attiva da più di venticinque anni nel campo della medianità, delle energie sottili, delle regressioni a vite precedenti. Conduce seminari sugli archetipi divini e sulle altre dimensioni dell'esistenza, su Magia ed altro.

 

TUTTE LE GUIDE DI AMA QUI